Ministero per i Beni e le Attività Culturali
Ministero dei Beni Culturali
SISTEMA BIBLIOTECARIO NAZIONALE
Regione Autonoma della Sardegna
SISTEMA BIBLIOTECARIO REGIONALE
In viaggio nella memoria
tra le fotografie del primo '900
OFFICIAL WEBSITE OF BIBLIOTECA DI SARDEGNA
“A che pro muoversi quando si può viaggiare tanto bene restando su una sedia?„
Joris Karl Huysmans (1848-1907)
Contatti
IN DIARIO
IN LIBRERIA
PADOVA
1797-1813
Paola Maria Farina
La rivista «Linus»

149 pp. + VIII; ill.; br.
Cargeghe, Documenta, 2013
Isbn 978-88-6454-250-8
Prezzo di copertina: 16 euro
ACQUISTA SU
Andrea Desolei
Istituzioni e archivi a Padova
nel periodo napoleonico (1797-1813)

745 pp.; br.; Cd-Rom in allegato
Cargeghe, Documenta, 2012
Isbn 978-88-6454-169-3
Prezzo di copertina: 40 euro
ACQUISTA SU
IN ARCHIVIO
Con il patrocinio della Presidenza della Giunta Regionale della Sardegna e dell'Anci Sardegna, la Biblioteca di Sardegna ha pubblicato l'indicizzazione analitica dei primi 150 titoli della collana fotografica "Fototeca di Sardegna" in un'edizione in tre tomi in via di distribuzione presso le maggiori biblioteche regionali e nazionali.

L'Indice riporta in ordine alfabetico i nominativi e il relativo paese di origine di oltre 90 mila soggetti ritratti in 140 paesi della Sardegna dalla seconda metà dell'Ottocento agli anni Settanta del Novecento.
FOTOTECA DI SARDEGNA
INDICI PER SOGGETTO
REGIONE AUTONOMA
DELLA SARDEGNA
SARDEGNA
1860-1970
IN RETE
REGIONE AUTONOMA
DELLA SARDEGNA
Sardegna Digital Library, il grande archivio multimediale della Regione Autonoma della Sardegna, ospita, su concessione dell'Editoriale Documenta, i files multimediali di due volumi prodotti sotto l'egida scientifica della Biblioteca di Sardegna e la traduzione in sardo-logudorese di Giovanna Santoru: l'antologia di preghiere dedicate alla Vergine Maria "Preghende" e la selezione di parabole evangeliche "S'Evangeliu".
SARDEGNA
1800-1950
Con il patrocinio della Provincia di Sassari, la Biblioteca di Sardegna ha promosso, nell'ambito del progetto di studio e ricerca "Raccontando", i volumi antologici "Raccontando Sapori" e "Raccontando Riti": raccolta di circa 1200 testimonianze orali di altrettanti informatori sardi over 60 relative a usi e costumi del primo Cinquantennio del Novecento in provincia di Sassari.
I volumi si inseriscono in seno alla collana  etno-demo-antropologica di interesse regionale "Raccontando" in cui hanno trovato ospitalità, dal 2007 al 2013, 30 titoli, di cui 27 monografici per paese e 3 antologici per tematica.
IN BIBLIOTECA
La Biblioteca di Sardegna è associata
alle Associazioni nazionali
professionali di categoria
AIB - ASSOCIAZIONE ITALIANA BIBLIOTECHE
ANAI - ASSOCIAZIONE NAZIONALE ARCHIVISTICA ITALIANA
copyright 2004-2014 
BIBLIOTECA DI SARDEGNA
Il portale CULTURA ITALIA
del Ministero dei Beni Culturali giudica
il sito della Biblioteca di Sardegna:
«Molto ricco di informazioni e facilmente consultabile»
Una vecchia fotocamera con soffietto da una parte, un Paese da immortalare dall’altra. L'Italia si racconta per immagini negli archivi della "Fototeca" promossa dalla Biblioteca di Sardegna: una banca dati fotografica di accreditato valore storico-documentario che ospita circa 160 mila foto inedite, relative all’arco temporale intercorrente tra gli ultimi decenni dell’Ottocento e gli anni Cinquanta del Novecento.
Un progetto che rappresenta un unicum nel panorama archivistico e bibliografico nazionale, con 237 comuni interessati, 272 volumi editi e mostre allestite, e circa 22 mila famiglie coinvolte.
Un progetto salutato con favore dalle Istituzioni pubbliche che hanno lodato il valore etico dell'iniziativa nelle sue valenze di recupero, tutela e valorizzazione di un patrimonio altrimenti destinato all’oblio.
A seguito del consenso riscosso nell'Isola, la Biblioteca di Sardegna ha dato avvio alla campagna di promozione dell'iniziativa anche nelle regioni della Toscana e dell'Emilia-Romagna.
Visita i progetti regionali:
 
O SU DOCUMENTA
O SU DOCUMENTA
SITO INTERNET OTTIMIZZATO PER MOZILLA FIREFOX

In collaborazione con la Rai - Radio Televisione Italiana, la Biblioteca di Sardegna ha curato dal 2007 al 2014, la rubrica settimanale «Letture Sarde»: servizio di informazione libraria ospitato sulle pagine di Televideo Sardegna (Rai3), che ha schedato, in oltre sei anni di attività, circa 600 volumi editi nell'Isola o di interesse sardo e segnalato oltre 1800 appuntamenti librari in programma nell’isola.
L'archivio del servizio è ospitato presso la Biblioteca di Sardegna.
Le schede andate in onda nel corso delle annate 2007-2011 del servizio sono state pubblicate anche in edizione libraria e distribuite presso le biblioteche nazionale italiane e presso gli Archivi Rai.
SARDEGNA
2007-2014
IN ONDA
SARDEGNA
1900-1950
RACCONTANDO
PROGETTO DI STUDIO E RICERCA
LETTURE SARDE
IN ONDA SU TELEVIDEO SARDEGNA
IN RADIO
LAO SILESU SU RSI
Il pianista Roberto Piana, curatore per la Biblioteca di Sardegna del progetto di anastatica dell'opera di Lao Silesu, dedica al compositore sardo, nel 60° anniversario della morte, un concerto trasmesso dall'emittente svizzera RSI.
PER RIASCOLTARLO:
RSI - RADIOTELEVISIONE SVIZZERA
Roberto Piana
Homenaje a Joaquín Turina

Cd-Book, 48 pp. + compact disc
Cargeghe, Documenta, 2013
ISBN 978-88-6454-223-2
Prezzo di copertina: 15 euro
ACQUISTA SU
O SU DOCUMENTA
SPAGNA
PRIMO '900
ITALIA
1965-2013
BARI SARDO
1880-1960
IN RASSEGNA STAMPA
Sono oltre 700 gli articoli che la stampa nazionale e internazionale ha dedicato alle attività della Biblioteca di Sardegna.
Tra le testate che hanno scritto della Biblioteca di Sardegna, dei suoi studi, delle sue pubblicazioni e delle sue attività: «Avvenire», «Corriere della Sera», «Il Sole 24 Ore», «L'Unità», «La Repubblica», «La Stampa», «Tg2», «Tg3» e «Rai-Televideo».

PER SAPERNE DI PIÙ:
RASSEGNA STAMPA
La Biblioteca di Sardegna è convenzionata
con l'UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI
Facoltà di Lettere e Filosofia
Corsi di Laurea L1-LM1-LM2-LM5
per attività di tirocinio curriculare
ITALIA
2004-2014
“Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi„
Marcel Proust (1871-1922)
LAO SILESU
1883-1953
APPROFONDIMENTI:
FONDO LAO SILESU
TRATALIAS
1880-1960
Sabato 26 aprile, ore 18.30
Tratalias, Centro culturale
Presentazione del volume


Monica Uccheddu (a cura di)
In Tratalias

304 pp.; ill.
Cargeghe, Documenta, 2014
Isbn 978-88-6454-276-8
Prezzo di copertina: 20 euro
Sabato 26 aprile, ore 18
Bari Sardo, Casa Corgiolu
Presentazione del volume


Monica Selenu (a cura di)
In Bari Sardo - vol. II

304 pp.; ill.
Cargeghe, Documenta, 2014
Isbn 978-88-6454-277-5
Prezzo di copertina: 20 euro
Sabato 3 maggio, ore 16.30
Telti, Museo
Presentazione del volume


Eleonora Spanu (a cura di)
In Telti - vol. II

192 pp.; ill.
Cargeghe, Documenta, 2014
Isbn 978-88-6454-279-9
Prezzo di copertina: 15 euro
TELTI
1961-1979
IL PROGETTO
Una vecchia fotocamera con soffietto da una parte, un’Isola da immortalare dall’altra. La Sardegna si racconta per immagini nel progetto archivistico “Fototeca di Sardegna” promosso dalla Biblioteca di Sardegna con il patrocinio e la collaborazione di realtà pubbliche e private regionali.

I NUMERI
Istituito nel 2008, il Fondo ospita attualmente circa 160 mila fotografie inerenti il periodo intercorrente tra la seconda metà dell’Ottocento e gli anni Settanta del Novecento. Immagini relative a luoghi, fatti e persone di 237 comuni dell’Isola, omogenei per provincia ed eterogenei per popolazione: dai 95 abitanti del paese di Baradili, in provincia di Oristano, ai 27 mila della città di Assemini, in provincia di Cagliari, e Iglesias, in provincia di Carbonia-Iglesias.
A curare la raccolta è stata una compagine “in rosa” di 306 curatrici che, coordinata da una squadra di tutor – sempre “al femminile” – di quattro professioniste in materia umanistica ed etnografica, ha operato sul campo, paese per paese, casa per casa, attingendo dalle disponibilità personali di circa 22 mila famiglie sarde.
Foto originali, quasi esclusivamente inedite, acquisite in modalità digitale nel rispetto di rigorosi standard tecnico-scientifici, e accompagnate da una scheda catalografica recante indicazione didascalica dei soggetti ritratti, dei luoghi a scenario e della relativa indicazione temporale, oltre che da aneddoti e curiosità registrati in sede di testimonianza orale dalla viva voce dei medesimi titolari dei documenti. 

L’ARCHIVIO
Interamente digitale, l’Archivio è in corso di inventariazione e prossimamente sarà fruibile alla libera consultazione, su supporto multimediale e cartaceo, a fini di studio e ricerca scientifica.
Notevole l’interesse suscitato dal progetto in seno alla comunità accademica, come dimostra anche la discussione di una tesi di specializzazione in materia demo-etno-antropologica sul materiale del Fondo maturata nel 2011 in seno all’Università degli studi di Sassari.
Con il patrocinio della Presidenza della Giunta della Regione Autonoma della Sardegna e dell’Anci Sardegna è stata, inoltre, pubblicata nel 2011, in tre tomi di 600 pagine ciascuno, la prima indicizzazione per nome dei soggetti fisici ritratti (giunta ad oltre 100 mila records inseriti) liberamente consultabile nel sito internet della Biblioteca di Sardegna.
Un thesaurus che sta riscuotendo sempre crescente curiosità anche tra gli appassionati cultori di araldica e genealogia, oltre che tra i tanti sardi emigrati nella Penisola o all’estero che vi ricercano, e spesso vi ritrovano, lontani avi o conoscenti.

LA COLLANA LIBRARIA
A supporto delle attività d’archivio, la Biblioteca di Sardegna, in collaborazione con l’Editoriale Documenta, ha varato anche una collana libraria, denominata “Atlante Sardo”, che, comune per comune, ospita monograficamente, una selezione delle foto raccolte in loco, accompagnate da un essenziale apparato didascalico.
Giunta, nel mese di aprile 2014, al 272° titolo, la collana rappresenta per natura e longevità un unicum nel panorama bibliografico regionale, e non solo. Salutata con favore dalle istituzioni pubbliche locali, è stata accolta con lusinghieri apprezzamenti dagli oltre cento amministratori che hanno voluto dedicare scritti d’omaggio al progetto, marcandone con partecipato fervore i valori di recupero, tutela, valorizzazione e promozione che lo caratterizzano.
La collana, esito di un approfondito e appassionato studio grafico su edizioni librarie del primo Novecento italiano ed europeo, ne ripropone aspetti e motivi del layout tipografico.

LE MOSTRE
Archivi, libri, ma non solo. La presentazione del progetto e dei relativi volumi nei 237 comuni sardi finora interessati è stata accompagnata anche dall’allestimento di mostre documentarie con l’esposizione, in ogni centro coinvolto, di 50 stampe gigantografiche sul paese.
Le mostre hanno registrato l’affluenza complessiva di circa 82 mila visitatori, con una media di circa 300 a paese, con una eterogeneità di pubblico, di giovani e più adulti spettatori.
Un successo che ha suggerito anche la realizzazione di mostre tematiche, con selezioni di foto attinte dal grande Archivio del progetto, attualmente in fase di studio e programmazione.

LA MISSIONE
Nei propositi della Biblioteca di Sardegna, l’Archivio non si pone solo come un nostalgico guardarsi indietro ma anche e soprattutto come un profetico guardarsi avanti, nella consapevolezza della lezione pedagogica che la storia rappresenta per le nuove generazioni. Un’eredità culturale che si intende accogliere e raccogliere, ma non con mere velleità ideologiche, quanto piuttosto con alte ambizioni etiche, di recupero, tutela, valorizzazione e promozione di un patrimonio altrimenti destinato all’oblio. E lo fa attraverso il mezzo della fotografia, da scrutare, tra i visi scolpiti di anziane donne o di veterani uomini che, nel fugace attimo di un fotogramma, nell’effimero frammento di un ricordo, fanno cimento di antichità e attualità.

I LAVORI IN CORSO
Attualmente in corso, il piano d’opera del progetto prevede il coinvolgimento dei 377 comuni sardi entro l’anno 2015, con una stima di circa 250 mila foto raccolte, di cui 85 mila pubblicate, e 35 mila famiglie coinvolte. Numeri che costituiranno le fondamenta documentarie a partire dalla quale poter edificare la «Casa della memoria» dei sardi.

FOTOTECA DI TOSCANA E DI EMILIA ROMAGNA
A seguito del successo riscosso nell’Isola, la Biblioteca di Sardegna ha dato avvio nel 2013 alla campagna di promozione del progetto di ricerca anche nelle regioni della Toscana e dell'Emilia-Romagna.

CONTATTI
Biblioteca di Sardegna
Via Brigata Sassari, 95
07030 Cargeghe (SS)
Tel./Fax 079/3402055 (Lunedì-Venerdì, ore 9-13)
Responsabile del progetto: Dott.ssa Francesca Porcu




ANNUALITA' 2014
- Avviso di Selezione
- Comuni da assegnare
- Domanda di partecipazione


APPROFONDIMENTI
Il progetto in cifre
Le Amministrazioni Comunali scrivono
Le Curatrici scrivono

Indici
Collana "Atlante Sardo" (indice numerico di uscita)
Collana "Atlante Sardo" (indice alfabetico per comune)

FOTOTECA DI SARDEGNA